Diciottopercento - Immagini ed Idee ben esposteDiciottopercento - Immagini ed Idee ben esposte

“Salvador” e la fotografia di guerra

By Gabriele Celsa

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrPrint this page

“Ti devi fare sotto per cogliere la verità, e c’è il rischio di crepare” (John Savage in “Salvador”)

Da quando ho conosciuto a fondo l’universo della fotografia, quello che mi ha sempre emotivamente colpito è stato il fotoreportage di guerra, i fatti che propongono le riviste e i giornali, o le foto più belle del “World press photo”, raccontano spesso tragedie inutili, dolore in pellicole 100 asa, distruzione in un frammento di secondo. Queste foto hanno sempre catturato la mia attenzione, ma anche scaturito ammirazione nei confronti di chi sta dietro la fotocamera, il coraggio di colui che, rischiando la pelle e la mente, decide di raccontarci tutto, di raccontare al mondo cosa succede.

Riguardando le foto di Robert Capa, Don McCullin, James Natchwey, da un punto di vista fotografico penso che ti chiedano qualcosa, cosa significa essere fotoreporter di guerra? Quanti pericoli è necessario correre per scattare delle buone fotografie? Quanto è necessario rischiare per emozionare, sensibilizzare con le immagini? Perchè questi fotografi, testimoni di guerre ingiuste e cruente, ed impotenti di fronte a tanto dolore, hanno davvero sensibilizzato l’intero mondo, mettendo in gioco la propria vita ed anche, a volte, perdendola. Il film che vi presento oggi pùo già rispondere in parte a queste domande.

“Sai perchè erano grandi i fotografi come Robert Capa? perchè non lavoravano per i soldi, loro fissavano la nobiltà delle sofferenze umane, fissavano il perchè della morte. Ecco cosa riuscì a cogliere Capa, il senso della tragedia della morte.” (John Savage in “Salvador”)

Salvador è un film del 1986, diretto da Oliver Stone. Gli attori protagonisti sono James Woods, James Belushi, Michael Murphy, John Savage, Elpidia Carrillo, Tony Plana, Cynthia Gibb, Juan Fernandez e José Carlos Ruiz.

In questo film viene raccontata la storia di un giornalista americano impegnato a realizzare un reportage sulla guerra civile in El Salvador, scoppiata nel 1980. Il giornalista quarantaduenne Richard Boyle, interpretato da James Woods (C’era una volta in America, Videodrome), un uomo reduce dalla hippie generation, in fallimento, che non molla facilmente droga e alcool, viene lasciato dalla moglie e screditato dai suoi colleghi di lavoro, lavoro che tenterà di riconquistare lasciando la California e  recandosi nel Salvador. Dotato di una Canon F1 a pellicola cerca di trovare gli agganci giusti per realizzare  il servizio che lo rilanci professionalmente, cercando con ogni mezzo di documentare la dittatura militare vigente nel paese.

Per buona parte del film si respira un’aria tesa, la guerra civile quasi si vive realmente, ben diretta e descritta dal grande regista di “Fuga di mezzanotte” (altro gran bel film che vi consiglio vivamente). Grande prova di John Savage, che impersona John Cassady, ancora più idealista e temerario del protagonista,  perfetta la sua figura del fotoreporter di guerra vecchio stampo.

La storia del film è stata scritta da Richard Boyle e Oliver Stone che l’ha diretta. Salvador fu molto apprezzato dalla critica, ma fu un insuccesso al botteghino. Il doppiaggio del protagonista inoltre è magistralmente doppiato dal grande Ferruccio Amendola.

Gabriele Celsa
About Gabriele Celsa
Nato a Palermo nel 1985, gia' all'eta' di 8 anni destreggiavo la mia prima polaroid e ricordo le emozioni che mi provocavano quei primi scatti, sono cresciuto in una famiglia di sani valori morali ed etici, lavoratore instancabile ma riuscito ad approfondire gli studi fotografici con grande passione, diplomato in grafica pubblicitaria, consolido gli studi con il corso di fotografia Reportagistica e successivamente con il corso di camera oscura e camera chiara. Mi diverto molto a fotografare con "Instagram" anche se non e' molto professionale ma la trovo un'ottima applicazione, che stuzzica velocemente la mia voglia di fotografia ed immagine. Sono in continua ricerca di quello che puo' essere un frammento di vita, un ritaglio della realta', congelare un attimo eterno.

No Comments

Leave a Comment

DonMcCullin
DonMcCullin
Salvador
salvador1986brrip720p2
James Nachtwey
James Nachtwey
Robert Capa
Robert Capa