Diciottopercento - Immagini ed Idee ben esposteDiciottopercento - Immagini ed Idee ben esposte

Tag : festino

By Marina Cerami

Arriva l’estate a Palermo tra Gay Pride e Festino, una boccata di felicità

Per tutto l’anno i Palermitani non aspettano altro che arrivi la calda e accogliente estate siciliana, sognando la spiaggia dorata di Mondello, ripercorrendola per tutto l’inverno, guardando il mare scuro che lentamente si placa e diventa sempre più cristallino.
Giugno è il mese più bello per Palermo, la felicità di tornare a scoprirsi si sente palpabile, si fa a gara di selfie per mostrare a tutti che già siamo spalmati in spiaggia a goderci i primi raggi caldi.

Ma l’inizio estate a Palermo non è solo mare, ci sono due eventi, il Palermo Pride e il Festino di Santa Rosalia, a cui sono particolarmente legata, e a cui ogni anno dedico un paio di articoli, che quest’anno mi hanno visto più partecipe del solito, grazie ad una bella e stimolante collaborazione con Abattoir, un magazine online nato dalla mente di alcuni giovani palermitani con la voglia, anzi, la necessità di parlare, raccontare, mostrare, cosa significa essere giovani, palermitani e pieni di voglia di vivere, qui, nella nostra terra, complicata, rude, ma così splendida!
Solo noi possiamo amarla tanto da volere rimanere nonostante tutto, nonostante il mondo, la fuori, sta girando più veloce di questa provincia dell’Europa in cui siamo nati.

Una cosa sappiamo fare noi siciliani, trovare il modo di essere felici, anche per poche ore, anche per il tempo di un piatto di babbaluci seduti sulle scalinate che portano alle terrazze delle cattive, anche solo per un pomeriggio a ballare per via Roma vestiti come pagliacci, anche per una mattina sdraiati sulla nostra amata sabbia di Mondello.

 

By Marina Cerami

Il Festino di Santa Rosalia è dei palermitani

A Palermo c’è la Santuzza, Rosalia salva dalla peste, fa i miracoli, protegge i suoi cittadini, e i suoi cittadini ricambiano con lo stesso affetto.
Ogni 14 Luglio, non si fanno trovare impreparati, imbandiscono tavoli pieni di prelibatezze, scendono in strada per vederla passare e attendono la mezza notte per guardare insieme a lei i fuochi di artificio sul mare.
Che altro dire, viva Santa Rosalia e, una volta tanto, viva anche i palermitani!