Diciottopercento - Immagini ed Idee ben esposteDiciottopercento - Immagini ed Idee ben esposte

Tag : fotogiornalismo

By Marina Cerami

Perchè la Reuters ha deciso di sacrificare i file RAW

Niente più file Raw per Reuters, che siano .dng, .cr2 o qualsiasi altra estensione, i reportagisti di tutto il mondo adesso devono mandare solo file .jpg generati al momento dello scatto.

Sembra una notizia allarmante, appare come un regresso rispetto a tutto quello di cui si è parlato fino ad ora sulla qualità della foto e l’importanza del negativo digitale, ma prima di farsi prendere dal panico è sempre necessario contestualizzare.   Read more

By Marina Cerami

C’era una volta il fotogiornalismo

Quando cominciai ad interessarmi di fotografia, credevo fosse il massimo. Volevo che venisse riconosciuta come una delle belle arti. Oggi non me ne importa un accidente di tutto questo. La missione della fotografia è quella di spiegare l’uomo all’uomo e ogni uomo a se stesso. E non è una missione da niente.   Read more

By Marina Cerami

Reportage usa e getta

Non passa inosservato, per chi si interessa di informazione e di immagine, un articolo come quello di Repubblica in cui si proponeva una retribuzione di 5 euro per ogni video reportagistico che sarebbe stato pubblicato, e non è passato inosservato, per chi si informa su canali che non sono quelli delle grandi testate giornalistiche, il grande dissenso che ha seguito questa proposta.   Read more

By Marina Cerami

The Lively Morgue. L’archivio fotografico del New York Times on line

Il New York Times, pietra miliare del giornalismo americano, nonchè una tra le prime testate giornalistiche ad avere usato le fotografie come corredo agli articoli scritti (prima dell’avvento della fotografia giornalistica si usavano vignette ed illustrazioni), ha deciso di mettere sul web il suo storico archivio fotografico. Una mole di immagini impressionanti che ci ha accompagnati per un secolo.   Read more

By Gabriele Celsa

Il sublime in fotografia

In quanto appassionato di fotografia la prima cosa di cui sento il bisogno di parlare è un tipo di immagini che hanno davvero cambiato il modo di “vedere” negli ultimi cinquant’anni. Henri Cartier-Bresson (22 Agosto 1903 – 3 Agosto 2004) é il padre di questo genere fotografico che conosceremo, e anche padre del fotogiornalismo moderno, la sua fotografia è incentrata sul quel particolare soggetto, quel piccolo dettaglio umano che può, dinanzi ad una composizione, completare la fotografia, per questo viene considerato portavoce e maestro della filosofia del “momento decisivo”. Molte generazioni di fotografi sono state influenzate da questo genere di fotografia, completamente nuovo per la sua epoca, fù chiamata “street photography”.   Read more

1 2
Perchè la Reuters ha deciso di sacrificare i file RAW
C’era una volta il fotogiornalismo
Il Miliziano, la foto ed il fotografo
Cacciatore di istanti
The Lively Morgue. L’archivio fotografico del New York Times on line